Venezia 75: i cinque titoli da non perdere

Luglio  2018 / 27 No Comments

Si è svolta a Roma la conferenza di presentazione del nuovo programma della Mostra del cinema di Venezia 2018. Qui abbiamo selezionato i cinque titoli da non perdere tra quelli proposti nel corso di Venezia 75.

Venezia75 e1532690358604 - Venezia 75: i cinque titoli da non perdere

Aspettare la presentazione dei titoli presenti a un evento come quello della Mostra del cinema di Venezia, agli occhi di ogni appassionato di cinema, può essere paragonata all’attesa del Natale. Si aspettano questi annunci proprio come si attende la ricezione del proprio regalo la notte del 25 dicembre. Un senso di ansia e trepidante insofferenza ti avvolge. Sai che questo momento arriverà, proprio come sai che un involucro misterioso con all’interno il tuo regalo finirà per occupare le tue mani il giorno di Natale. Ciò che non sai è quello che il pacco contiene, ed è proprio questo alone di incertezza che rende l’attesa ancor più eccitante. Il caso ha voluto che la conferenza di presentazione della nuova edizione di Venezia 75 (29 agosto – 8 settembre 2018) abbia avuto luogo proprio il giorno 25, non di dicembre questa volta, ma di luglio. Dopotutto, come ricorda Brunetta nel suo “Cent’anni di cinema italiano”, la bellezza di un evento come quello della Mostra del cinema di Venezia, sta tutto nel ricordo che la visione di un’opera all’interno di una kermesse come questa, traccia nello spettatore insidiandosi sin nel suo profondo. Un unicum visuale e sentimentale che non può essere replicato nelle solite sale cinematografiche. Vigilia di una celebrazione pagana e di una nuova tappa di pellegrinaggio cinefilo, iniziato a Berlino e che condurrà poi a Toronto, Londra, Roma, Torino, fino a Los Angeles, con la notte degli Oscar, a svelare ogni mistero e sciogliere i dubbi ci hanno pensato Alberto Barbera e Baratta, rispettivamente Direttore della Mostra e Presidente della Biennale. Tanti, veramente troppi i titoli che quest’anno arricchiranno un’edizione già degna di interesse. Tanti i nomi di autori che, come sottolineato dallo stesso Barbera “hanno deciso di puntare sui generi, così da rilanciare l’aura autoriale di un cinema che rischia di andare perduta”. Qui di seguito abbiamo tentato l’impossibile, ossia selezionare i cinque titoli che proprio non dovete perdere a Venezia75.

1)First Man

Il primo film di questo elenco è anche il primo a essere proiettato in Laguna: First Man di Damien Chazelle. Inutile rimarcare le alte aspettative che accompagnano il ritorno del regista dietro la macchina da presa. Prima Whiplash, poi La La Land, ora First Man. La sua è un’indagine continua nei confronti dei sogni e delle ambizioni che scandiscono la vita dell’essere umano in quanto animale sociale e produttore di illusioni, proprio come generatore di fantasia e immaginazione è il cinema. Con First Man Damien Chazelle lascia alle sue spalle il musical e gli ambienti favolistici di La La Land per abbracciare il genere del biopic, portando sullo schermo la storia di Neil Armstrong, il primo uomo sulla luna interpretato da Ryan Gosling. Ce la farà il regista trentatreenne a bissare il successo delle sue opere precedenti? Lo scopriremo il 29 agosto.Venezia 75

 

2) Sulla mia pelle

Coraggio. Tanto coraggio. Ecco come possiamo sintetizzare un progetto come questo, portato sullo schermo dal regista Alessio Cremonini e interpretato da uno già straordinario Alessandro Borghi. La pelle colpita, tumefatta, lacerata è quella di Stefano Cucchi. Il film, nel suo essere non più valvola di sfogo e intrattenimento, ma canale di riflessione, tenta di narrare, senza sfumature di retorica, gli ultimi giorni di vita del ragazzo morto il 22 ottobre 2009 quando si trovava in custodia cautelare. Una vicenda, questa, che ancora campeggia sulle pagine dei giornali e occupa le aule dei tribunali, alla ricerca di una verità che stenta a essere rivelata. Nel film non poteva mancare la figura di Ilaria Cucchi, sorella di Stefano e portavoce di una campagna estenuante atta a portare giustizia nei confronti del fratello. A vestire i panni della ragazza sarà Jasmine Trinca. Sulla mia pelle verrà presentato il 29 agosto e aprirà la sezione Orizzonti della mostra. Il 12 settembre farà invece il suo debutto in sala e, contemporaneameVenezia 75nte, sulla piattaforma Netflix.

 

3) The Other side of the wind

Per I giovani appassionati di cinema lasciarsi ammaliare sul grande schermo da un’opera inedita firmata da Orson Welles fino a qualche giorno fa sembrava essere una mera utopia. Ci sono voluti 40 anni e un lavoro meticoloso di montaggio e selezione tra più di cento ore di girato, ma alla fine The Other Side of the Wind, opera incompiuta del regista di Quarto Potere, vedrà la luce. Il film, inizialmente atteso per il festival di Cannes e poi caduto nell’editto Netflix, giungerà a Lido grazie ad Alberto Barbera, il quale non si è fatto di certo sfuggire un prestigio del genere e attorno al quale verrà allestito un evento speciale fuori concorso, grazie anche della proiezione di un documentario dedicato a tale realizzazione.Venezia 75

 

4) The Ballad of Buster Scruggs

Inizialmente The Ballad of Buster Scruggs era stata concepita dalla mente geniale dei Fratelli Ethan e Joel Coen come una serie antologica in sei episodi per Netflix, dove ogni puntata era dedicata a una precisa storia della frontiera americana. In seguito gli episodi si sono uniti in un unico film. Protagonista dell’opera Tim Blake Nelson (già visto in Fratello, dove sei?) nei panni di Buster, affiancato da James Franco, Liam Neeson, Tom Waits, Bill Heck, Zoe Kazan, Tyne Daly, Brendan Gleeson.Venezia 75

 

5) Suspiria

Difficile la scelta circa quale film avrebbe occupato questa ultima posizione della nostra lista dei film da non perdere a Venezia75. L’indecisione era così tanta vista che solo ora possiamo davvero comprendere l’arduo lavoro dei selezionatori della Mostra. Alla fine, un po’ per patriottismo, un po’ per l’interesse e la curiosità che avvolge tale progetto, non potevamo che segnalare Suspiria di Luca Guadagnino. La presenza del film – remake (o, stando a quanto suggerito da Barbera, “rilettura”) del cult firmato Dario Argento – alla Mostra era qualcosa di palesemente assodato già da mesi, soprattutto dopo la sua assenza a Cannes. Il film seguirà l’onda di successo ottenuto dal regista con il suo acclamato Chiamami col tuo nome e vanta un cast di tutto rispetto e prestigio: Dakota Johnson, Tilda Swinton, Mia Goth, Lutz Ebersdorf, Jessica Harper e Chloë Grace Moretz. Prodotto e distribuito da Amazon, Suspiria uscirà nei cinema il prossimo autunno.

Fuori dal nostro elenco, ma non per questo meno degni di una loro menzione speciale, sono titoli come The Sisters Brothers (del regista del commuovente Un sapore di ruggine e ossa, con protagonisti Joaquin Phoenix, Jake Gyllenhaal e Riz Ahmed), Roma di Alfonso Cuarón, Peterloo di Mike Leigh e The Favourite di Yorgos Lanthimos. Per tutti i film che infuocheranno per 10 giorni Lido di Venezia, potete consultare il programma ufficiale diramato dal sito della Biennale Cinema.

Elisa Torsiello



Leave a reply

Your email address will not be published. Website Field Is Optional

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito fa uso di cookie tecnici e analitici per una tua migliore esperienza di navigazione. Accettando esplicitamente l'utilizzo dei cookie, confermi di accettare la nostra policy di uso dei cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi